THE BLACK ANGELS
Death Song
KAREN ELSON
Double Roses
ARCA
Arca
FUTURE ISLANDS
The Far Field
NICK CAVE & THE BAD SEEDS
One More Time With Feeling
FATHER JOHN MISTY
Pure Comedy
LE ORME
Classicorme
BRUNORI SAS
A Casa Tutto Bene
LAURA MARLING
Semper Femina
GONJASUFI
Mandela Effect
 
 
 
  News  
    
 
24-06-2016
ALBOROSIE FEAT GIULIANO SANGIORGI - A Piedi Scalzi
 
Da venerdì 24 giugno arriva in tutte le radio “A piedi scalzi”, il nuovo singolo del cantante reggae, produttore e polistrumentista Alborosie con la straordinaria partecipazione di Giuliano Sangiorgi dei Negramaro. Il nuovo brano anticipa la prossima uscita di “The Rockers” (Saifam/Self distribuzione), il nuovo progetto discografico di Alborosie, che ne ha personalmente curato la produzione artistica, dedicato al mercato italiano.

«L’idea del progetto “The Rockers” è nata circa un anno fa e si inserisce all’interno di un cammino, ormai di una vera e propria missione, che dura da più di vent’anni – dichiara Alborosie – All’interno del progetto ci sono moltissimi artisti di ogni genere e tipo. Giuliano Sangiorgi è uno dei primi compagni di questo viaggio. In uno scenario Europeo che vede l’accentuarsi delle differenze e l’ampliarsi delle divisioni politiche, economiche e anche sociali, “A piedi scalzi” vuole lanciare un messaggio e far prendere coscienza di quanto le differenze e le diversità tra le persone rappresentino un valore e una ricchezza e non un limite o una negatività»

“Dove inizio io, finisci sempre te” – racconta Giuliano Sangiorgi – un elementare concetto “double face” che io ho provato a cantare nella speranza di riuscire a ricordare a tutti che la libertà individuale, se vuole davvero essere sinonimo di pienezza e felicità, non può prescindere dal rispetto per gli altri. In quest’ottica, “A piedi scalzi” diviene dunque un invito ad abbandonare ogni rassicurante corazza e a spogliarsi di ogni convenzionale sovrastruttura, auspicando il ritorno a un contatto diretto con la natura, in un abbraccio avvolgente con il mondo intero in cui la pelle risulti, ancora per poco, l’ultima frontiera del nostro pregiudizio. Perché “Soltanto se diversi possiamo esistere insieme”. Consapevoli dell’inutilità dell’odio, in un’esistenza fragile e precaria, che è da sempre uno schizofrenico veleggiare verso l’ignoto. “Sotto la pelle siamo solo ossa e polvere”.

Il 50% del ricavato del singolo “A piedi scalzi” sarà, inoltre, devoluto in beneficienza a STAND UP FOR JAMAICA ONLUS, un'associazione senza fini di lucro nata nel 1999 per iniziativa di alcuni volontari del Gruppo Italia 105 di Amnesty International, che persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale nel settore della beneficenza. L’attività istituzionale è diretta ad arrecare benefici a soggetti svantaggiati, versanti in specifiche condizioni di bisogno in ragione di condizioni economiche e sociali, sia come singola iniziativa dell’associazione stessa, sia come supporto ad iniziative di altre associazioni umanitarie e di volontariato che perseguano attività con le medesime finalità dell’associazione.

Inoltre, è disponibile in tutto il mondo “FREEDOM & FYAH” (Vp Records/Self), l’ultimo progetto discografico di ALBOROSIE composto da 13 tracce da lui prodotte e realizzate nel suo studio di Kingston. Con questo nuovo disco l’artista è riuscito nell'ambiziosa impresa di creare sonorità fresche e contemporanee, mettendo ancora una volta in primo piano il classico sound roots reggae e contaminandolo con momenti più dub, tracce di dubstep ed echi di elettronica.

«“Freedom & Fyah” è un concept album - spiega Alborosie - Nella maggior parte dei miei album ci puoi trovare una traccia roots, una rub-a-dub e poi una ska, invece questa volta, hanno tutte fra loro un filo conduttore che le collega. È una nuova avventura per me, anche per quanto riguarda i testi: mi piace sperimentare sempre. Il reggae è un genere di musica caratterizzato dalle radici sociali, proprio per questo tratto temi come la politica, l’amore e la vendetta. D’altronde l’album si chiama "Freedom e Fyah”, no? Ciò significa che vi troverete di fronte a canzoni che parlano di libertà ma allo stesso tempo anche di fronte a testi molto taglienti. La motivazione è che al mondo c’è chi ama e chi no, quindi non posso essere ipocrita cantando sempre delle cose piacevoli e belle. Ogni tanto dobbiamo combattere, e io personalmente lo faccio attraverso le canzoni, come ad esempio con il brano “Poser”. Le persone spesso, fingono di essere buone, ma in realtà agiscono anche in modo cattivo: questo brano è un accusa che non esclude nessuno, neanche me stesso. Siamo tutti esseri umani e commettiamo errori, così va la vita».

“Freedom & Fyah” vanta al suo interno collaborazioni d’eccellenza con le stelle jamaicane del reggae Protoje, nel brano “Strolling”, e Ky-Mani Marley in “Life to me”, oltre che con nuovi artisti della scena reggae tra cui la cantante Sandt Smith, presente in “Carry on”, e Sugus (corista di Dennis Brown e Gregory Isaacs) nei brani “Zion Youth” e “Flt 420”.

Questa la tracklist di “FREEDOM & FYAH”: “The Prophecy” - feat. Rev. Rohan Treleven, “Can't Cool”, “Fly 420” - feat. Sugus, “Cry”, “Strolling” - feat. Protoje, “Rocky Road”, “Poser”, “Judgement”, “Life to me” – feat Ky-mani Marley, “Rich”, “Carry On” - feat. Sandy Smith, “Everything” – feat Pupa Avril, “Zion Youth” – feat Sugus.

Alborosie nasce nel 1977 a Marsala, in Sicilia. Si fa conoscere come cantante dei Reggae National Tickets (in cui milita con il nome di Stena). Nel 2001, terminata l'esperienza con il gruppo, decide di lasciare tutto e di trasferirsi in Giamaica. Qui incontra il produttore Jon Baker e fonda la sua etichetta Forward Recordings. Debutta come solista con l’album “Soul Pirate”, una raccolta di canzoni prodotte dal 2001 al 2008. Nel 2009 pubblica “Escape From Babylon”, lavoro prodotto dallo stesso musicista siciliano in collaborazione con C.”Specialist” Dillon ed ispirato alle radici reggae di nomi come Black Uhuru, Steel Pulse e Burning Spear. Nel 2011 esce “2 Times Revolution”, terzo disco che vede la partecipazione di diversi musicisti della scena reggae. Nel 2013 viene proiettato in anteprima mondiale durante il Festival di Berlino "Journey To Jah", un film-documentario che vede protagonisti Alborosie e Gentleman, realizzato dai registi Noël Dernesch e Moritz Springer. Il nome del film ha preso spunto dall'omonimo album prodotto nel 2002 da Gentleman e porta i due artisti in un viaggio autobiografico e nella ricerca della loro identità e spiritualità nella terra del reggae e della cultura rasta: la Giamaica. Sempre nel 2013 esce per la VP Records il progetto discografico "Sound the System"
 

19-06-2016
Esce il nuovo album de RADIOHEAD - A Moon Shaped Pool
 
Ecco il successore di The King of Limbs , A Moon Shaped Pool è il nono disco
della loro storia e come sempre è stato prodotto da Nigel Godrich
Tutte ottime le prime recensioni che sono uscite sul web !

“La forze che hanno portato i Radiohead a un disco sorprendente sono proprio questo tre: un sapore di tristezza per un amore ormai irrimediabilmente perduto, assieme alla rabbia politica e al fervore ambientalista. I Radiohead sono stati capaci di portare la forma-canzone in una nuova dimensione, dove non c’è confine tra passato e futuro, tra tradizione e sperimentazione, tra pop/rock e musica contemporanea tout-court.” ROCKOL.IT

“Radiohead, il primo ascolto di A moon shaped pool: un capolavoro
Il grande ritorno della band che non assomiglia a nessuno. Tranne a se stessa
…..Nelle undici tracce del disco ci sono tutte le multiformi facce di una band che è diventata
un sound, qualcosa di molto affascinante che prescinde dai generi e dagli stereotipi”
” PANORAMA.

“Atmosferico, crepuscolare, sofisticato ma denso di “musica suonata” e di sentimento
vissuto. Incredibile come il loro nono colpo in canna sia riuscito, ancora una volta, a far
centro”ILFATTOQUOTIDIANO.IT
 

08-06-2016
Unica data Italiana dei GARBAGE al Fabrique di Milano
 
Strange Little Birds è il sesto album dei Garbage, band capitanata da
Shirley Manson che vede in formazione Steve Marker, Duke Erikson e
Butch Vig. «Il principio guida del nuovo album», spiega la Manson, «è
stato quello di seguire l’istinto senza ancorarsi al passato e rendere il
tutto il più fresco ed immediato possibile. E’ stato un disco divertente da
comporre e secondo me è il più vicino al nostro album di debutto».
La band sarà in Italia per promuovere il disco per una data unica al
Fabrique di Milano, l’8 giugno 2016.
Ad anticipare il disco il singolo Empty , che riporta la band al suono
shoegaze degli esordi, che è già in alta rotazione su Virgin Radio
(Singolo Rocket su Radio Rai 1,Radio Rai 2, Radio Deejay.
Interviste in uscita su Rolling Stone, Rumore, Vanity Fair, D Repubblica,
IL Venerdì, Gioa, Cosmpolitan
 

16-05-2016
DEATH SS: Dal 6 giugno la seconda parte della storica raccolta Horror Music
 
Era il 6 giugno 1996 quando uscì in tutti i negozi di dischi "Horror Music - The Best of DEATH SS”, prima raccolta ufficiale e prima uscita della Lucifer Rising Record, etichetta discografica creata dallo stesso Steve Sylvester in collaborazione con Vittorio Lombardoni della Self Distribuzione. A celebrazione del suo ventesimo compleanno, l'etichetta presenta ora il secondo volume intitolato: “Horror Music Vol. II - Singles, Outtakes & Rare Tracks – 1997/2007”
un doppio LP più doppio CD speciale Gold,  che riunisce hits, outtakes e rare B-side della decade successiva, dal 1997 al 2007, il tutto corredato da un Maxi booklet di 8 pagine  a colori  e racchiuso in un una lussuosa confezione gatefold rifinita in oro in edizione limitata e numerata di 999 copie.

Horror Music vol.2 sarà disponibile nei negozi dal 6.6.2016 
Dal 16.05.2016 è aperto il pre-order riservato ai fans della band.

Il pre-oder del fan-pack consente di:

- Aggiudicarsi le numerazioni più basse del disco.
  (con possibilità di richiedere il numero desiderato)

- Ricevere il disco in anteprima di qualche giorno rispetto l'uscita nei negozi

- Assicurarsi un prezzo speciale

- Ricevere l'esclusivo poster  50x70 cm di Horror Music disponibile soltanto con il pre-order.
 
  Pre-order fans-pack
  UNBOXING della prima copia di “HORROR MUSIC vol.2”
 

19-02-2016
Dubioza Kolektiv - nuovo album e tour Italiano
 
Il Gruppo Bosniaco Dubioza Kolektiv viene finalmente pubblicato in Italia.
Il loro settimo disco intitolato “Happy Machine” vede la partecipazione di ospiti d’eccezione come Manu Chao e Roy Paci.
Il nuovo album è supportato da un tour internazionale, che li porterà in Italia per le seguenti date:

26/02 Hiroshima Mon Amour - Torino
27/02 Borgo Grotta Gigante - Trieste
3/03 Spazio Autogestito Leoncavallo - Milano
4/03 Estragon Club - Bologna
5/03 Auditorium Flog - Firenze
 
  Dubioza Kolektiv - Happy Machine
 

 
<< precedenti successivi >>

 
     
 
 
   
LITTLE CUB
Still Life
LITTLE CUB
Still Life
CAPITOLO 21
Sognatori
LOOP THERAPY
Rust & Dust
STEFANO MELI
No Human Dream
COLLEGE
Shanghai
COLLEGE
Shanghai
LOS ANGELES POLICE DEPARTMENT
Los Angels Police Department
LOS ANGELES POLICE DEPARTMENT
Los Angels Police Department
MEW
Visuals
   
 
 
 
 
   
   
CHRISTOPHER PAUL STELLING
Itinerant Arias
JOHN MORELAND
Big Bad Luv
JOHN MORELAND
Big Bad Luv
BONNIE PRINCE BILLY
Best Troubadour
BONNIE PRINCE BILLY
Best Troubadour
VV.AA
Harley & Muscle pres HOUSE CLASSICS VII
VV.AA
Zappi Rocks Ibiza Vol. 2
VV.AA
The Original Masters - From Past, Present and Future vol.11
MARVIN PARKS
Marvin Parks
STEFANO GHITTONI & DJ ROCCA
Atemporal Space Tests
 
       
Self Distribuzione accetta i seguenti pagamenti:
Visa Visa Electron CartaSi MasterCard PostePay
  SIAE
Aut. SIAE n. 858/I/07-977
       
Self Distribuzione S.r.l. unipersonale - Sede legale: Via Gianfranco Malipiero, 14 - 20138 Milano (MI) - P.iva 11628670157 - Cap. Soc. € 516.000,00 int. versato
Codice Fiscale e registro imprese di Milano: 11628670157 - R.E.A. C/O C.C.I.A.A. Di Milano 1481963 - Tel. 02-509011

Le vendite e le spedizioni sono operate dalla:
Futurecords S.r.l. - Sede legale: Via Gianfranco Malipiero, 14 - 20138 Milano (MI) - P.iva 02732070160 - Cap. Soc. € 10.400,00 int. versato
Codice Fiscale e registro imprese di Milano : 01610560185 - R.E.A. C/O C.C.I.A.A. Di Milano 171502 - Tel. 02-50901234